• Icona della garanzia
    Garanzia sulla suola di 5.000 migliaGaranzia sulla suola
  • icona delle recensioni
    Oltre 38.000 recensioni a 5 stelle in tutto il mondo!Oltre 38.000 recensioni a 5 stelle!
  • icona fit
    Vestibilità, sensazione e movimento naturaliSensazione naturale

Le scarpe minimaliste sono spesso considerate una categoria di scarpe da corsa. Ma anche le scarpe casual possono essere minimaliste.

Le moderne scarpe minimaliste sono più leggere, meno ammortizzate, più flessibili e con un minore sollevamento del tallone (o "drop") rispetto a una scarpa tipica. In realtà sono come le scarpe che indossavamo prima dell'invenzione delle scarpe spesse, rigide, imbottite e con controllo del movimento, avvenuta all'inizio degli anni '70.

Una scarpa veramente minimalista presenta altre caratteristiche importanti che favoriscono il movimento naturale

  • Un ampio alloggiamento per le dita dei piedi, per consentire alle dita di allargarsi.
  • Nessuna imbottitura superflua
  • Una suola estremamente flessibile che offre protezione ma è abbastanza sottile da permettere di sentire il terreno in tutta sicurezza.

Tutti i prodotti Xero Shoes Tutti i prodotti - sandali, stivali e scarpe casual e performanti per uomo, donna e bambino - sono "vere scarpe minimaliste". 

Ecco alcuni best-seller che vi aiuteranno a Live Life Feet First:

Mostra tutti i 66 risultati

Mostra tutti i 66 risultati

Prendiamo sul serio le nostre calzature minimaliste, ma non ci prendiamo altrettanto sul serio. Inoltre, se non riuscite a ridere di voi stessi, c'è qualcosa di molto sbagliato. Godetevi un po' di umorismo a piedi nudi in questi video.

Per saperne di più, visitate la nostra pagina YouTube.

Perché le calzature minimaliste "Natural Movement" stanno prendendo piede...

In quasi tutte le attività - corsa, camminata, escursionismo, danza, yoga, sollevamento pesi, CrossFit, slacklining, rafting - le persone stanno riscoprendo il comfort e i vantaggi di uscire dalle scarpe tradizionali.

Cosa c'è di sbagliato nelle scarpe normali? Permettetemi una domanda:

I vostri piedi si sentono meglio alla fine della giornata rispetto all'inizio, prima di indossare le scarpe?

Se non è così, è perché le scarpe non permettono ai piedi di fare ciò che è naturale: piegarsi, flettersi, muoversi e sentire il mondo.

Il vero comfort - e le prestazioni - derivano dal lasciare che i piedi facciano ciò che è naturale. Nessun materiale artificiale ha mai migliorato ciò che la natura ci ha dato.

Non ho bisogno di un supporto per l'arco plantare e di un controllo del movimento?

Per farla breve: no.

Cominciamo con il sostegno. Si sa che se si "sostiene" un'articolazione - immaginate un gesso sul gomito - questa si indebolisce nel tempo.

Ebbene, la stessa cosa accade quando si indossano scarpe non sufficientemente flessibili da consentire l'uso naturale dell'arco plantare.

Per quanto riguarda il controllo del movimento, la ricerca è piuttosto chiara: la pronazione NON causa problemi e lesioni.

In effetti, è una parte naturale del meccanismo a molla incorporato nei piedi e nelle gambe.

Potrebbe essere necessario un po' di tempo per abituarsi a fare ciò che è naturale, ma le ricerche dimostrano che camminare semplicemente con una scarpa minimalista rafforza il piede tanto quanto un vero e proprio programma di esercizi per i piedi!

Stiamo creando un "Movimento Movimento"... vuoi unirti a noi?

Abbiamo una missione: Il nostro obiettivo è quello di rendere il movimento naturale la scelta migliore, ovvia e sana... come lo è oggi il cibo naturale. 

Ricordate il divertimento di quando eravate bambini in una calda giornata estiva... correvate fuori, vi toglievate le scarpe e sentivate l'erba, la sabbia o l'acqua tra le dita dei piedi.

Sappiamo che potete provare questa sensazione ORA, indipendentemente dalla vostra età.

Il modo per iniziare è quello di abbandonare le scarpe rigide, spesse, pesanti e che controllano il movimento. Uscire dalle scarpe che stringono le dita dei piedi.

Se non volete andare a piedi nudi, indossate delle scarpe che vi permettano di sentire la libertà e il divertimento di scarpe, stivali e sandali minimalisti.

Avete ancora domande sulle scarpe minimaliste?

Se hai domande su cosa puoi fare con le scarpe da corsa o i sandali minimalisti, consulta le Domande frequenti (FAQ) qui sotto. Se desideri ulteriore aiuto, contatta la nostra Assistenza clienti. Puoi inviargli un'e-mail all'indirizzo [email protected].

Domande frequenti

Scarpe minimaliste

In breve, perché potrebbero essere migliori delle tipiche scarpe da corsa imbottite, con controllo del movimento, rigide e spesse, consentendo ai piedi di lavorare in modo più naturale, più vicino al piede nudo.

Rispetto alle normali scarpe da corsa (e questo vale anche per i sandali sportivi, le scarpe da trekking e persino le scarpe casual), permettono ai piedi di piegarsi, flettersi, muoversi e sentire meglio il terreno. Inoltre, sono più leggere e hanno meno elementi di design che controllano il movimento.

In questo modo i muscoli, i legamenti e i tendini possono funzionare come molle e ammortizzatori naturali. Inoltre, dovrebbe aiutarvi a correre con una falcata migliore, evitando di allungare troppo il piede e di atterrare con il tallone (il che comporta un aumento della forza nelle articolazioni).

Ecco alcuni commenti della dottoressa Irene Davis di Harvard, intervenuta nel podcast Freakonomics:

C'è stato un recente studio condotto da un gruppo in Brasile... che ha randomizzato queste donne affette da osteoartrite al ginocchio in uno dei due gruppi.

Un gruppo ha indossato un paio di scarpe ammortizzate, mentre all'altro gruppo è stato dato un paio di scarpe altamente flessibili da cinque dollari. AE quello che è emerso è che, in primo luogo, la loro meccanica era più normale con la scarpa minima.

Ma la cosa più importante per questi pazienti è che hanno ottenuto una riduzione significativa dei farmaci contro il dolore e un miglioramento significativo dei risultati funzionali. E questo solo con un paio di scarpe minimali.

È interessante. All'inizio non pensavo che le calzature fossero importanti. Con il passare del tempo e l'evoluzione del mio pensiero, ho iniziato a capire quanto le calzature influiscano sulla nostra meccanica.

Se si prende una persona che ha corso a piedi nudi per tutta la vita e la si mette in un paio di scarpe, è molto probabile che, quando corre senza scarpe, atterri sulla pianta del piede perché fa male atterrare sul tallone. Ma se gli si mette un paio di scarpe ammortizzate, è molto probabile che passino ad atterrare sul tallone. Questo crea una cascata di eventi che risalgono l'arto inferiore fino all'anca.

Suggerirò che quando indossiamo un paio di scarpe così ammortizzate, si crea un disallineamento tra il modo in cui siamo stati adattati a correre, cioè sulla pianta del piede, e il modo in cui corriamo oggi. Questo disallineamento si traduce in una meccanica che abbiamo dimostrato essere correlata alle lesioni.

Poi ci sono le aziende di calzature che investono molto nell'ammortizzazione, nel sostegno e in tutta la tecnologia che inseriscono nelle scarpe.

Molte scarpe sono vendute con il termine "minimalista" o "a piedi nudi", ma la maggior parte di esse non soddisfa i criteri di un prodotto veramente minimalista.

Una ricerca condotta dalla dottoressa Irene Davis di Harvard dimostra che queste scarpe minimaliste "parziali" potrebbero essere la cosa peggiore che si possa indossare.

Una scarpa veramente minimalista - come Xero Shoes - ha di solito queste caratteristiche:

  • Nessun sollevamento del tallone, noto anche come "zero-drop".
  • Suola MOLTO flessibile (si può arrotolare in una palla)
  • Un design basso al suolo (un'"altezza di pila" di 4-12 mm)
  • Design a forma di piede anziché a punta
  • Nessun supporto inutile per l'arco plantare
  • Una suola abbastanza sottile da permettere di sentire il terreno (pur garantendo la protezione).

In questo modo si ottiene anche una scarpa leggera (anche se esistono scarpe leggere che non sono affatto minimaliste).

Correre. Camminare. Fare escursioni. Fare yoga. Fare CrossFit. Ballare. Arrampicare. Uscire con gli amici.

Le persone fanno praticamente tutto con le scarpe minimaliste, come ad esempio Xero Shoes.

Dai un'occhiata alle recensioni di ogni prodotto e sentirete alcune storie incredibili.

Man mano che i piedi si abituano a fare ciò che è naturale - piegarsi, flettersi, muoversi, bilanciarsi e sentirsi a proprio agio - si scopre che si possono usare scarpe e sandali minimalisti per quasi tutto ciò che si fa.

Certo, in alcuni casi si potrebbe desiderare una protezione maggiore e noi consigliamo di fare ciò che è SMART, senza essere legati a un'idea specifica di ciò che è giusto.

Se avete bisogno di indossare un paio di tacchi alti per qualche ora, non c'è problema... ma tornate a ciò che è naturale non appena ne siete in grado.

La premessa delle scarpe minimaliste (e della corsa a piedi nudi) è che uno stile di movimento più naturale, che dovrebbe essere più facile in una scarpa minimalista, riduce gli infortuni.

L'evidenza aneddotica (come le decine di migliaia di recensioni di Xero Shoes) e alcune semplici riflessioni critiche (ad esempio, i muscoli, i legamenti e i tendini possono superare l'ammortizzazione in schiuma che inizia a rompersi nel momento in cui si inizia a usarla), delineano un quadro positivo.

Sfortunatamente, le aziende che producono scarpe veramente minimaliste, tra cui Xero Shoesnon hanno le risorse per finanziare uno studio a lungo termine che possa rispondere definitivamente a questa domanda.

Per saperne di più sul motivo per cui i ricercatori ritengono che le scarpe da corsa tradizionali imbottite, con controllo del movimento e supporto dell'arco plantare possano essere la CAUSA degli infortuni nella corsa e sul perché le scarpe veramente minimaliste potrebbero essere migliori, consultate queste risorse (si apre in una nuova scheda):

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2095254617300492

https://freakonomics.com/podcast/shoes/

A volte sono la stessa cosa (ad esempio, nel caso della maggior parte dei casi...). Xero Shoes... Vi spiegherò perché ho detto "la maggior parte" tra un attimo).

Entrambi i termini sono spesso usati in modo improprio per promuovere prodotti che non funzionano.

Ecco un esempio: regolarmente vengono nel nostro studio persone che indossano una scarpa che gli è stata definita "minimalista" o "a piedi nudi".

Faremo indossare loro UNA scarpa Xero e faremo fare loro una passeggiata, in modo che possano sentire la differenza tra i loro due piedi.

Nel giro di due passi si gireranno, con gli occhi spalancati, e diranno qualcosa come: "Oh! È tutta un'altra sensazione!".

Qual è la differenza? Una è la libertà dell'ampio Xero Shoes punta. Poi la flessibilità della suola. E poi, la quantità di sensazioni che si percepiscono in modo sicuro dal terreno.

Per la maggior parte delle grandi marche, la scarpa minimalista è semplicemente una versione più leggera della scarpa normale, con un po' di ammortizzazione in meno e un minore sollevamento del tallone... ma spesso con la stessa scatola di punta stretta e appuntita e troppa imbottitura tra l'utente e il terreno.

All'inizio di questo, ho detto che "la maggior parte" Xero Shoes sono "a piedi nudi". Progettiamo i nostri prodotti per permettere ai piedi di fare ciò che è naturale: piegarsi, flettersi, muoversi e sentire il mondo.

Per alcuni prodotti, tuttavia, siamo un po' meno scalzi e un po' più minimali. Per esempio, le nostre scarpe da trekking e da trail running hanno un po' più di ammortizzazione/protezione e, quindi, hanno un po' meno sensibilità al terreno rispetto alle nostre scarpe da corsa e da strada.

Ma manteniamo sempre caratteristiche di vero minimalismo:

  • Ampi alloggiamenti per le dita dei piedi per consentire alle dita di distendersi e allargarsi.
  • Design basso al suolo per garantire equilibrio e agilità
  • Suole flessibili per un movimento naturale
  • Nessun rialzo del tallone per una postura corretta
  • Abbastanza leggeri da farvi dimenticare di averli addosso

E tutte le nostre scarpe, stivali e sandali sono coperti dalla nostra garanzia di 5.000 miglia sulla suola.

Semplice: Prendersi il tempo necessario

Quando si passa da una scarpa tradizionale a una scarpa minimalista, è probabile che si utilizzino muscoli che non si usavano da tempo.

Inoltre, è probabile che si utilizzino in modo eccessivo muscoli che non sono necessari quando si cammina in modo più naturale.

Provate quindi a indossare la nuova scarpa per un'ora o due e vedete come vi sentite il giorno dopo. Un po' di indolenzimento muscolare? Aspettate che passi e riprovate, concentrandovi sul RILASSAMENTO mentre camminate.

Una volta che riuscite a camminare comodamente e piacevolmente per un paio d'ore, aggiungete altro tempo, ad esempio 30-60 minuti. Quando la sensazione è buona, continuate ad aggiungere lentamente altro tempo finché non vi sentirete a vostro agio tutto il giorno, tutti i giorni, con le vostre scarpe minimaliste.

Se volete usare scarpe da corsa minimaliste, l'idea di base è la stessa di cui sopra, ma iniziate con una PICCOLA corsa, tipo 20-30 secondi.

Se qualcosa vi fa male, cambiate l'andatura finché non vi divertite 😉

Ulteriori suggerimenti sono disponibili nella sezione "Per saperne di più" del nostro sito.

Non siamo medici e non possiamo commentare una situazione specifica.

Detto questo, uno studio condotto dalla dottoressa Isabel Sacco ha fatto indossare a donne anziane con osteoartrite al ginocchio una scarpa minimalista e ha rilevato che la semplice camminata con una scarpa minimalista riduceva le forze di carico sul ginocchio.

Perché è importante?

Dall'articolo del dottor Sacco: "La riduzione del carico sul ginocchio è considerata uno degli obiettivi terapeutici più importanti nel trattamento dell'OA (osteoartrite), poiché il sovraccarico aumenta il rischio di incidenza e progressione della malattia".

L'altezza dell'arco plantare è prevalentemente genetica e non ci sono prove che i piedi piatti siano migliori/peggiori dei piedi ad arco alto o dei piedi "normali".

Ciò che riteniamo più importante è la FORZA dell'arco plantare. La forza dei piedi, come di ogni altra parte del corpo, deriva dall'utilizzo naturale dei piedi, che si piegano, si flettono, si muovono e sentono il mondo.

È possibile che rafforzando i muscoli del piede si possa sviluppare o migliorare l'arco plantare.

Una ricerca condotta dalla dottoressa Sarah Ridge dimostra che il solo fatto di camminare con una scarpa veramente minimalista migliora la forza muscolare del piede tanto quanto un programma di esercizi concentrato per i piedi (ed è più facile inserirlo nella vita quotidiana).

Se volete Xero Shoesè possibile acquistarli qui su XeroShoes.com.

Abbiamo anche rivenditori in tutto il mondo. Consultate il nostro Store Locator per un elenco aggiornato... e tornate a trovarci spesso perché ogni settimana arrivano altri rivenditori.

Per altri marchi, consultare i loro siti web.